Caro movimento M5S, c’è posta per te !

 

chi va piano.jpg

Cari eletti del movimento, permettetemi questa mia pubblica missiva e questo mio pubblico appello al buon senso a Voi tutti, state facendo bene nei comuni e regioni, la nazione è una responsabilità maggiore, rischiate di distruggerci tutti, quindi il buon senso è d’obbligo.

Qui nessuno Vi sta chiedendo di fare inciuci o regalare i voti al PD,     ( per ben intenderci io non sono un elettore del PD). Ma di portare la vostra voce dove serve al parlamento e senato della Repubblica Italiana.

La cosa è molto seria e delicata: si tratta di fare gli interessi degli italiani, come me Vi hanno votato circa 8milioni di Italiani, altri 8milioni PD ed altri 8 circa PDL, altri 8 non hanno votato peggio per loro, non sappiamo cosa vogliono.

governo,partiti,italia,popolo,politici Quello che posso interpretare è che, il popolo Italiano, è assolutamente stanco dei giochini di chi fà finta, di chi mente, i soliti bugiardi che promettono quando sanno benissimo che non manterranno, i Gattopardi che cambiano tutto affinchè nulla si cambi, basta hanno rotto i coglioni a tutti.

E’ chiaro che l’Italia non può permettersi mesi e mesi di ingovernabilità, così come non può permettersi un inciucio (quello sì che lo sarebbe) tra PD e PDL e Monti, quello già passato, che ci ha rotto le chiappe a tutti, solo i ricchissimi e le banche hanno guadagnato, noi popolo abbiamo pianto e stiamo continuando a farlo, vogliamo che si cambi, ma non con il 100%, altrimenti è dittatura, quindi le alleanze devono esistere, si debbono rapresentare tutte le classi sociali.

Allora, mi permetto di avanzare una proposta: fate un accordo pubblico, chiaro e alla luce del sole, con il PD,  che ha proposto 8 punti per i suoi 8 milioni di elettori , adesso tocca a Voi proporre i vostri 8 punti di programma, per i vostri 8 milioni di elettori.   Il PD dovrà accettarle per il bene del Paese, altrimente perderebbe la fiducia del suo popolo, come Voi dovete accettare altrimenti perdereste la fiducia dei Vostri elettori.

E le Vostre condizioni sono quelle previste nel Vostro programma, votato da un terzo degli elettori e che forse il 70% degli italiani chiede, ( quelli che non hanno votato non sappiamo cosa vorrebbero).

Queste  condizioni per un governo, non di transizione, ma se ben gestito potrebbe superare l’ anno,  per fare le seguenti riforme: riduzione numero parlamentari; riduzione stipendi e benifici ai parlamentari; abolizione pensioni d’oro con un tetto massimo, e doppie, triple etc. pensioni (risparmio stimato intorno ai 7 miliardi di euro, una finanziaria a costo zero per gli italiani); abolizione delle province; rinuncia ad acquistare gli aerei F-35 o limitarne il numero, (risparmio stimato intorno ai 15 miliardi di euro, un’altra finanziaria); no alla TAV (risparmio stimato intorno ai 20 miliardi di euro, e sono 3 le finanziarie); riforma legge elettorale; legge anticorruzione; incandidabilità per i pregiudicati; legge sul conflitto di interessi, sull’editoria, l’abolizione del finanziamento ai quotidiani, e quant’altro serva alla gestione corrente della Nazione.

Con questi soldi risparmiati su può ipotizzare un massiccio investimento per la banda larga, per la ricerca e il reddito di cittadinanza. Questa è solo una bozza di proposta e ovviamente sentitevi  liberi di aggiungere e negoziare ciò che credete opportuno, Vi abbiamo eletto per governare non per guardare, quello di guardare lo facciamo da anni noi popolo fesso.

Tenete presente che il PD è pur sempre il primo partito,  e il negoziato si fa in due. Quindi fate  questa proposta pubblica e inchiodate il PD alle sue responsabilità di agire: se loro dovessero dire no si assumerebbero la responsabilità di fronte al Paese ed ai loro elettori.

Ma se siete Voi a dire no, siete in difetto nei confronti di chi Vi ha scelto, se si pente di averlo fatto, prendete dei calci nel sedere, (voglio vedere come giustificano il no alla riduzione dei parlamentari o alla riduzione dei benefici della casta) e se pur avendo accettato questi punti programmatici poi non dovessero rispettare gli accordi, puoi pur sempre togliere la fiducia. Ma questo sarebbe, per il PD, un suicidio politico. Un anno per ridare all’Italia un minimo di fiducia, di speranza e di forza per andare avanti con un futuro governo molto più stabile e serio. Si tratta di dare un volto nuovo all’Italia. Avete una chance unica: non sprecatela.

Chi va piano va sano e molto lontano, non tradite i vostri elettori, che vogliono un governo che faccia quei cambiamenti che trasformi l’Italia, e la rende una vera democrazia, come non lo è mai stata.

chi va piano, va lontano

Caro movimento M5S, c’è posta per te !ultima modifica: 2013-03-07T18:24:00+01:00da oscarrafffone
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento